Rimedi Naturali Biopotenziati

La natura all’ennesima potenza

curcuma Rimedi Naturali BiopotenziatiCosa sono i Rimedi Naturali Biopotenziati?

I rimedi naturali biopotenziati sono prodotti che nascono dall’esigenza di sfruttare al meglio le caratteristiche di prodotti naturali.

In natura, infatti, esistono centinaia di sostanze con attività benefiche sul nostro organismo ma spesso ci sono problemi di assorbimento o biodisponibilità (clicca qui per conoscere il significato) limitano l’uso o l’efficacia.

Ti facciamo un esempio.

Qui accanto vedi una radice di curcuma.

Basta guardare la lista dei prodotti a base di curcuma ritirati per realizzare che la maggior parte sono associati alla piperina. 
Mettere il principio attivo del pepe nero è il modo più facile per “allargare le maglie” del nostro intestino per permettere l’aumento di assorbimento della curcuma.
Questo è assolutamente necessario quando si usano degli estratti secchi di curcuma a basso costo!
È molto più complesso, più dispendioso ma più sicuro e più efficace estrarre la curcumina con tecnologie all’avanguardia e di alto livello, affinché il prodotto sia puro.
A quel punto la curcumina può essere rivestita con sostanze naturali che ne favoriscono l’assorbimento nel nostro organismo, pronta a dare gli effetti benefici che ben conosciamo.
Questi sono i processi alla base di un vero e proprio rimedio naturale biopotenziato.
Per completare il quadro, servono il giusto dosaggio e gli studi scientifici che confermino sicurezza e risultati.

Il nostro Blog

Cliccando qui puoi accedere direttamente al nostro blog dove troverai decine di articoli sui rimedi naturali e su cosa significa biopotenziamento.

I nostri test di valutazione

Cliccando sulle icone accanto puoi accedere direttamente ai test di valutazione per sapere se i Rimedi Biopotenziati fanno per te.

VUOI RICEVERE IL NOSTRO REPORT SPECIALE SULLA FITOTERAPIA

Una preziosa guida per comprendere il mondo dei rimedi naturali

Spesso la fitoterapia viene confusa con altre pratiche, quali ad esempio l’omeopatia.

In realtà le due discipline sono completamente diverse per cui se vuoi saperne di più devi scaricare e leggere la nostra guida sui rimedi fitoterapici

Rimedi naturali biopotenziati: cosa sono?

Domande Frequenti F.A.Q.

Rimedi naturali biopotenziati: cosa sono?

Sono rimedi naturali con 3 caratteristiche essenziali:

  1. Contengono estratti naturali ottimizzati, dall’azione potenziata.
  2. Offrono un pieno dosaggio efficace (quello che ha funzionato negli studi scientifici)
  3. Sono in compresse studiate per concentrane il principio attivo ed impedirne una rapida alterazione.
Gli estratti ottimizzati si ottengono concentrando il principio attivo attraverso processi di purificazione brevettati. Il principo attivo viene poi perfezionato per poter essere assorbito al massimo dal nostro organismo e arrivare attraverso il circolo sanguigno alle cellule bersaglio.
Questi processi uniti ad un dosaggio ottimale ottenuto dagli studi scientifici e alla speciale composizione delle compresse, rendono l’attività del rimedio naturale notevolmente potenziata.
Solo dosaggi scientificamente provati. Che significa?

Può capitare spesso di trovare, sul mercato, rimedi naturali e integratori sottodosati, senza che la maggior parte delle persone lo sappia. (Non stiamo parlando di prodotti omeopatici che non trattiamo e che non seguono il metodo scientifico) Perché sottodosati? Perché propongono dosi di estratto naturale o di principio attivo naturale inferiori a quelle che hanno dimostrato attività salutistica negli studi scientifici.

BioEleva assicura l’utilizzo di prodotti con dosi sicure e uguali o superiori a quelle testate positivamente in letteratura scientifica.

Sicurezza particolarmente elevata. È proprio così?

Un prodotto biopotenziato è anche un prodotto sicuro o invece ha più effetti indesiderati del normale? In realtà non solo è sicuro, ma ti dà una garanzia in più di esserlo. Infatti molti fitoterapici ed integratori alimentari immessi sul mercato hanno scarsi studi di sicurezza sull’uomo e piccoli studi sugli animali.

I nostri prodotti hanno invece ingredienti il cui brevetto è stato studiato su centinaia o migliaia di persone anche da un punto di vista della tollerabilità e sicurezza, e anche a dosaggi molto più alti di quelli consigliati.

Questa curcuma biopotenziata è sicura?

La curcumina è 100% naturale e ricoperta di una miscela di ingredienti naturali generalmente riconosciuti come sicuri (GRAS food). Ha un profilo di sicurezza eccellente e ha dimostrato un’ottima tollerabilità testata fino a 4g al giorno (Gota e al. 2010), cioè più di 6 volte il dosaggio di VitaEleva che raccomandiamo.

Inoltre non contiene dicloroetilene (EDC), un solvente dannoso utilizzato per estrarre a buon mercato curcumina dalla radice di curcuma.

In più la curcuma potenziata di VitaEleva segue il protocollo California 65 contro i metalli pesanti, che è uno dei più restrittivi per la salvaguardia della salute da questi inquinanti.

Perché biopotenziare la curcuma?

Perché la curcuma così com’è viene assimilata pochissimo dal nostro corpo e per di più contiene poca curcumina, il principio attivo più importante. Perciò, per ottenere benefici certi dalla curcuma non potenziata né concentrata, bisognerebbe assumerne in grandi quantità, oltre 200g al giorno, col rischio, in questo modo, di dare irritazione intestinale.

Quali tipologie di curcuma sono state utilizzate finora?

Per ovviare alla scarsa attività biologica della curcuma alimentare sono state utilizzate queste due tipologie di curcuma:

  1. Estratto secco di curcuma titolato al 95% in curcumina o curcuminoidi
  2. Brevetti di curcuma titolata e ottimizzata per aumentare l’assorbimento dei principi attivi (curcuminoidi e curcumina)
Curcumina e curcuminoidi sono la stessa cosa?

Per curcuminoidi si intende una miscela di sostanze estratte dal rizoma (parte sotterranea della pianta da cui nascono le radici) della curcuma che comprendono la curcumina vera e propria, la demetossicurcumina e la bisdemetossicurcumina. La curcumina è quella che ha dimostrato l’attività maggiore.

La curcuma contiene circa 1-6% di curcuminoidi di cui la curcumina rappresenta circa il 77%. Se ne deduce che la semplice curcuma in polvere è povera di curcumina.

Cosa sono i betaglucani?

Sono polisaccaridi presenti in lieviti, funghi, alghe, ma anche in piante come avena e orzo. Quelli di origine fungina sono presenti nella medicina tradizionale asiatica da secoli. Oltre 6000 lavori scientifici hanno trattato gli effetti immuno-modulanti e altre azioni benefiche dei betaglucani.

Copyright 2017

Bioeleva Srl

Ramo San Cipriano n.9 - 30141 Venezia  -  +39 041 8475725
P.IVA 04363330277  -  REA VE-405732